Ennesimo rave party a Settimo: il collettivo giovanile ha occupato un’area dismessa.

Collettivo giovanile occupa l’area: due giorni di sballo

Ancora un rave party a Settimo Milanese. Il collettivo giovanile venerdì sera, 24 novembre, hanno occupato un’area dismessa di via Sabin. Il gruppo ha occupato abusivamente il capannone. La festa porta la firma dei “Proprietà Pirata Riot Club”. E’ un collettivo giovanile che vuole trasformare aree dismesse in centri di aggregazione giovanile.

Polemiche tra i residenti

Subito dopo la mezzanotte è iniziata la musica a volume altissimo, seguita da alcol e droga. Immediata la reazione dei residenti.  Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Rho per monitorare la situazione. Ancora polemiche tra i residenti dopo l’ennesimo rave party. I cittadini, infatti, si sono svegliati nella notte per l’alto volume della musica.

Il commento del Sindaco

Attraverso la pagina Facebook il Comune ha spiegato ai cittadini cosa stesse succedendo:

“Le Forze dell’Ordine sono già intervenute e stanno gestendo la situazione affinché alla cittadinanza sia arrecato il minor disagio possibile. E’ comunque possibile che dagli edifici residenziali si avverta musica o altri suoni provenienti da altoparlanti finché l’area non verrà completamente sgomberata. Qualora si verificassero imbrattamenti gli operatori ecologici interverranno lunedì 27 novembre per ripristinare le condizioni delle strade”.

Leggi anche:

Leggi anche:  Maltempo a Settimo, crolla un grosso albero in via Edison