Comprano droga nei boschi tra Castano, Turbigo e Nosate, intervengono gli agenti della Polizia locale di Castano Primo.

Comprano droga nei boschi: l’operazione della Polizia locale

Nella mattina di ieri, domenica 7 ottobre, la pattuglia in servizio di controllo del territorio della Polizia locale, composta da un Sovrintendente e dall’Istruttore del Corpo, ha notato dei movimenti sospetti nella zona a confine tra Castano, Turbigo e Nosate. Nello specifico i due agenti hanno notato un veicolo sospetto all’interno dell’area boschiva che, alla vista degli agenti, ha tentato un vano allontanamento. Gli agenti hanno così raggiunto l’uomo all’interno del veicolo e lo hanno controllato. Un controllo che però ha dato esito negativo.

Il fermo di un uomo

Il Sovrintendente e l’Istruttore della Polizia locale, dopo questo primo controllo, hanno notato altri individui che osservavano la scena. I soggetti sono però scappati a piedi nella boscaglia, non appena gli agenti hanno cercato di avvicinarsi per identificarli. Gli agenti così sono tornati sulle loro tracce, accedendo da un’altra via, e hanno intercettato un uomo italiano e residente nel novarese. Dall’approfondimento di polizia è emerso che l’uomo – con un ricco passato criminale anch’esso per spaccio di sostanze stupefacenti, per altri reati e con un divieto di espatrio -, si era recato a Castano per acquistare, come ammesso dallo stesso, eroina da spacciatori presenti nella zona.

Leggi anche:  Garbagnate, spacciatore in sedia a rotelle e con il machete

La richiesta del Foglio di Via

Per il fermato, dopo i controlli di rito, è scattata così la richiesta della misura di prevenzione con la proposta di rimpatrio con Foglio di Via obbligatorio.

LEGGI ANCHE: Boschi della droga, pregiudicato allontanato da Castano