Denuncia la sparizione di soldi dal conto ma poi confessa di averli giocati lui: era una truffa.

Denuncia la sparizione di soldi dal conto

Un cittadino rhodense, C. R. di 38 anni, si è presentato al Commissariato di Polizia di Rho Pero per denunciare la sottrazione abusiva di denaro dal suo conto SNAI. Al ragazzo mancavano, a suo dire, 3000 euro per un’intrusione sul suo account, sostenendo di non averli utilizzati lui per il gioco. La vicenda non è stata spiegata da subito in modo chiaro da C. R. così da insospettire i poliziotti che hanno iniziato ad indagare.

Era tutta una truffa

Gli uomini del Commissariato hanno infatti accertato che il soggetto aveva denunciato il falso in quanto le puntate al gioco erano state fatte da lui e quindi non era stata fatta nessuna intrusione nel suo conto di gioco. Messo alle strette il 38enne ha confessato la truffa messa in atto per farsi rimborsare il denaro dalla SNAI. L’uomo è stato quindi indagato per false attestazione a Pubblico Ufficiale e simulazione di reato.

Leggi anche:  Palio di Rho, vince la contrada Pomè