Denunciato un poglianese e uno di Vigevano per lesioni gravi verso un 37enne di Origgio dopo una lite.

Denunciato poglianese insieme ad uno di Vigevano

Ieri sera, venerdì 13 aprile, intorno alle 21.00, i Carabinieri della Tenenza di Paderno Dugnano hanno denunciato a piede libero un 38enne di Pogliano Milanese e un altro 41enne di Vigevano per lesioni aggravate nei confronti di un 37enne di Origgio. I due, al termine di una discussione, hanno colpito il terzo ragazzo con una mazza da baseball e ferendolo al torace con un coltello. La lite sembrerebbe essere scaturita da vecchie ruggini connesse alla passione per le auto modificate e che nell’incontro della scorsa serata mentre qualcuno dei contendenti voleva ricercare una chiarificazione, la situazione sarebbe precipitata per alcuni gesti, provocando la lite.

L’aggressione

L’aggressione è avvenuta nel parcheggio del Centro Commerciale Brianza dove si erano radunati per esibire i propri mezzi (come di consuetudine dopo l’orario di chiusura dell’ipermercato) alcuni allestitori di autovetture dediti alla modifica dei veicolo rispetto agli standard produttivi di serie al fine di adeguarlo ai propri gusti o alle proprie specifiche esigenze (tuning), trovavano il 37enne in terra, con una vistosa ferita sopra la pancia, che poco prima dell’arrivo del 118 perdeva i sensi. I Carabinieri riuscivano a raccogliere poche indicazioni dai testimoni presenti, in quanto partedegli “espositori, verosimilmente riconducibili a coloro che avevano aggredito la vittima, si erano prontamente allontanati. Solo alcune indicazioni che il ferito riusciava a fornire presso l’ospedale Niguarda di Milano consentivano ai militari di Paderno di sviluppare alcuni nominativi, messi a sistema con le immagini delle telecamere pubbliche e di videosorveglianza, così da individuare coloro che materialmente lo avevano aggredito procurandogli lesioni guaribili in 20 giorni, raggiungendoli presso le rispettive abitazioni. Nel corso della perquisizione domiciliare del Vigevanese gli investigatori hanno rinvenuto un paio di jeans e una mazza da baseball con evidenti tracce ematiche, prova evidente dell’aggressione.

Leggi anche:  Vandalismi e fuochi d'artificio, a Pogliano i residenti sono stanchi