Dimette il paziente 90enne e al Pronto soccorso di Tradate scoppia un furibondo litigio tra medico di turno e famigliari sedato dall’arrivo dei carabinieri e del responsabile del reparto. E’ accaduto nella serata di sabato scorso al cambio turno.

Dimette il paziente e litiga con i parenti

Stando alle prime indiscrezioni l’anziano disidratato e con alcune patologie era stato accompagnato in ospedale dai familiari nella giornata di sabato. Visitato, il medico aveva in via precauzionale preferito trattenerlo in osservazione per almeno una giornata e lo aveva ricoverato al Ps. Alle 21, circa, al cambio turno, però il collega (della cooperativa) prendendo servizio e valutando il caso clinico ha deciso per le dimissioni sia del 90enne che di un altro paziente anziano. Basiti, i familiari hanno chiesto delucidazioni sulle motivazioni del cambiamento e soprattutto su come effettuare cure e assistenza domiciliare, il giorno seguente era festivo e non potevano appoggiarsi al medico di famiglia. La lapidaria risposta e i modi poco edulcorati del dottore avrebbero infastidito i parenti. E’ nata dunque una discussione. I toni via via si sono surriscaldati e sono cominciate a volare parole grosse, insulti e offese. E’ stato quindi richiesto l’intervento dei carabinieri e una pattuglia si è precipitata in piazza Zanaboni.

Leggi anche:  Bus della Stav di Vigevano carico di studenti ribaltato: IL VIDEO

TORNA ALLA HOME E LEGGI ALTRE NOTIZIE