Il contrasto allo spaccio di droga continua senza sosta nel Parco Pineta. Durante gli ultimi blitz oltre a smantellare tende e rifugi degli spacciatori sono stati denunciati due giovani con un discreto quantitativo di droga in tasca.

Controlli serrati nel bosco della droga

Nell’ultimo periodo ad affiancare i carabinieri nella lotta allo spaccio di droga sono scesi in campo gli agenti della Polizia locale e i colleghi della Polizia di Stato di Varese. Periodici e costanti i controlli nella zona del Parco Pineta, divenuta il luogo di rifornimento delle sostanze stupefacenti. Sono purtroppo sempre di più i clienti che si riforniscono nei nostri boschi accampandosi in vere e proprio tendopoli. Diversi i rifugi e le tende smantellati dai tutori dell’ordine con il sequestro di coltelli, armi bianche e altro materiale per il confezionamento degli stupefacenti.

Esce dal bosco con la droga denunciato

Stava scappando dal bosco dopo aver acquistato la droga, sorpreso da una pattuglia è stato bloccato e denunciato. Si tratta di un 30enne di Caronno Varesino. In tasca aveva 15 grammi tra cocaina, hashish e marijuana.

Leggi anche:  Tentò di fare una strage con l’auto ai mercatini di Sondrio: lascerà il carcere

 Quasi 30 grammi di droga in tasca, nei guai un 19enne

Nei giorni scorsi, sempre durante un controllo boschivo, gli agenti avevano sorpreso un giovane di Malgesso con addosso 3,5 grammi di cocaina e 24 grammi di hashish. Il giovane è stato condotto al comando di piazza Mazzini ed è stato denunciato per possesso e spaccio di droga.