Estrae una pistola dopo un acceso diverbio in strada: bloccato dai Carabinieri e denunciato.

Estrae la pistola dopo un litigio

I Carabinieri della stazione di Cislago, nella mattinata di oggi, lunedì 4 febbraio, hanno denunciato a piede libero un 47enne per minaccia aggravata. Alle 8 di questa mattina un cittadino di Gerenzano ha infatti chiamato il 112, comunicando alla centrale operativa dei Carabinieri di Saronno di essere stato minacciato da uno sconosciuto con una pistola puntata al viso. Quest’ultimo aveva appena accompagnato il figlio a scuola ed era a bordo della sua auto, quando a seguito di un diverbio per una mancata precedenza lo sconosciuto gli avrebbe puntato una pistola contro, fuggendo subito dopo.

Aggressore identificato e denunciato

Ottenuta la descrizione dell’auto in fuga, in pochi minuti i militari dell’Arma di Saronno hanno setacciato la Varesina realizzando una fitta rete di posti di controllo per bloccare l’aggressore armato. Proprio sul tratto di strada, compreso tra Cislago e Gerenzano, una pattuglia della stazione cislaghese, con l’ausilio di altre tre pattuglie accorse sul posto, ha rintracciato e bloccato il veicolo segnalato. Il conducente è stato subito perquisito: all’interno del marsupio teneva una pistola giocattolo, fedele riproduzione di una beretta calibro 9, priva di tappo rosso. Sequestrata l’arma giocattolo, il 47enne originario della provincia di Palermo, è stato accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti e denunciato alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio per minaccia aggravata.

Leggi anche:  Lavori al passaggio a livello, modifiche alla viabilità

TORNA ALLA HOMEPAGE E LEGGI ALTRE NOTIZIE