Oggi pomeriggio Morazzone chiusa al traffico per il funerale dell’ultras nerazzurro Daniele Belardinelli.

In migliaia per l’ultimo saluto a Dede

Tra migliaia di amici, compagni di curva, tra i cori e gli applausi, come uno degli idoli che, ogni domenica, lui per primo incitava con la sua voce e la sua passione. L’applauso, fragoroso, all’uscita del feretro di Daniele Belardinelli dalla chiesa di Sant’Ambrogio a Morazzone, ha squarciato oggi pomeriggio il silenzio di una Morazzone blindata al traffico per lasciare spazio alle migliaia giunti da tutta la Lombardia per l’ultimo saluto al tifoso morto durante gli scontri di Santo Stefano fuori da San Siro.

“Non sia un’altra morte inutile”

Forte il messaggio lanciato durante l’omelia dal parroco di Morazzone a tutti i radunati dentro e fuori la chiesa per l’ultimo saluto a Daniele Belardinelli. “Da Gesù in croce non sentiamo parole di vendetta ma di perdono, che non è espressione di buonismo ma di bontà assoluta, legata a una verità che va detta. Non facciamo che questa vicenda tragica cada nell’oblio, la morte di Daniele sia un’occasione per tutti noi. Non cerchiamo capri espiatori, siamo tutti coinvolti e tutti dobbiamo chiedere scusa. Tutti dobbiamo togliere la violenza dalla nostra vita. Chi è senza peccato scagli la prima pietra – ha concluso – Nessuno di noi è assolto, la morte di Daniele è ingiusta ma abbiamo il dovere di trasformarla in un’occasione per essere migliori e per migliorare il mondo”.

Leggi anche:  24enne in ospedale per malore: è grave SIRENE DI NOTTE

Il saluto della sua curva

Non solo il lungo e roboante applauso all’uscita dalla chiesa. Gli ultras del Varese e dell’Inter hanno salutato Daniele Belardinelli anche all’arrivo del corteo funebre al cimitero. Ad aspettarlo c’erano le grosse bandiere che animano il tifo allo stadio, i fumogeni e gli striscioni delle tifoserie. “Sempre con noi, ciao Dede” e “Rispetto e onore, ciao Dede”, insieme a quello del gruppo dei Blood Honor varesini. L’ultimo saluto degli ultras, dalla curva anche nell’ultimo viaggio.

Clicca qui per vedere i video dell’ultimo saluto della curva fuori dal cimitero

 

LEGGI ANCHE: Inter-Napoli: scontri tra gli ultras, morto tifoso di Varese, curva chiusa

Striscione per “Dede”, il ricordo del Fronte ribelle

Il servizio completo su La Settimana di Saronno di venerdì 1 febbraio.