Giovane operaio, di appena 19 anni, tenta di suicidarsi buttandosi da un’impalcatura di un palazzo in ristrutturazione di via Mazzini a Busto Garolfo.

Giovane operaio tenta il suicidio da 12 metri: il dramma

Erano circa le 12.45 di oggi, venerdì 6 settembre 2019, quando un operaio di soli 19 anni è caduto dal ponteggio all’ultimo piano di un palazzo di via Mazzini, proprio di fronte alla farmacia comunale. Un volo di ben 12 metri, che ha reso le condizioni del giovane davvero gravi.

I soccorsi

Sul posto sono giunte un’ambulanza, un elisoccorso, i carabinieri della Compagnia di Legnano che stanno indagando sulla dinamica dei fatti, e i Vigili del fuoco di Rho e Legnano. Il giovane era gravissimo, tanto che è stato elitrasportato in codice rosso all’ospedale di Varese. Le indagini sono in corso in questi minuti, ma il gesto del 19enne sembrerebbe essere stato volontario.

Un paese sotto shock

Sul posto è giunta anche anche il sindaco Susanna Biondi. Così come lei, tutto il paese è sconvolto dalla notizia di questa ennesima tragedia. Domenica 1 settembre la notizia della donna scomparsa, poi fortunatamente ritrovata, e nella serata di lunedì 2 settembre 2019 l’accoltellamento in via Gramsci nel quale è rimasto coinvolto l’olcellese Massimo Bossi. Lui, che era intervenuto per sedare la violenta lite, era stato spinto a terra ed era stato portato all’ospedale di Lecco in stato di incoscienza. Per fortuna, le sue condizioni comunque sono in netto miglioramento e tutto il paese, ora, fa il tifo per lui.

Leggi anche:  Mezzo pesante finisce contro un muro sulla superstrada della Malpensa

LEGGI ANCHE: Ritrovata la donna in bici scomparsa da Busto Garolfo

E ANCHE: Accoltellamento a Busto Garolfo: in coma chi cerò di sedare la lite