Il rombo dei motori dà l’addio a Giacomo. Mercoledì 10 luglio, nella chiesa di Pontenuovo, ultimo saluto al 23enne magentino morto durante un tragico incidente in moto domenica 7 luglio, a Mortara. 

Giacomo Cusumano

Il richiamo a Guccini

Una cerimonia commovente per dare l’addio a Giacomo Cusumano, che risiedeva in frazione con mamma Emilia e papà Franco. A salutarlo anche le amate sorelle Katiuscia e Francesca, gli amici, i conoscenti che in frazione l’han visto crescere. Don Giuseppe, dal pulpito, ha citato non solo l’Antico testamento e il  Vangelo ma anche “Canzone ad un’amica” di Guccini per cercare di dare un senso alla tragedia che, agli occhi umani, resta piena di perché. Un invito a guardare a Cristo e alla resurrezione per trovare la consolazione.

Il rombo dei motori dà l’addio a Giacomo

Gli amici e la sorella hanno poi voluto lasciare un messaggio a Giacomo, ricordato come un giovane pieno di vita, passione per le due ruote e voglia di vivere. “Sei morto felice, ti ricordiamo col tuo sorriso”, hanno detto. Quindi la bara ricoperta di fiori colorati è stata accompagnata fuori: ad attenderla il rombo delle moto, accompagnato dalle lacrime e dagli applausi per una giovane vita spezzata troppo presto.  Su Settegiorni Magenta-Abbiategrasso di venerdì 12 luglio, dedicheremo un approfondimento al dramma di Giacomo, con i ricordi di chi gli ha voluto bene.

Leggi anche:  Rifiuta di darle la casa: "Non affitto ai meridionali"