“La Lombardia non è la terra dei fuochi, ma è anche vero che c’è un tema legato ad episodi che si stanno verificando con una frequenza maggiore e che ci preoccupano”. Queste le parole dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, al termine del sopralluogo dove si è consumato il rogo domenica 14 ottobre. Molti gli incendi nelle ultime ore nel Milanese e i cittadini si lamentano per l’aria irrespirabile.

Incendi rifiuti: a Milano aria irrespirabile

Molte le segnalazioni arrivate da parte dei cittadini preoccupati per l’odore acre molto forte. Sono passati tre giorni dagli incendi che hanno interessato Milano e Novate Milanese ma la nube di cattivo odore continua ad essere trasportata dal vento. L’agenzia Arpa sta proseguendo i monitoraggi dell’aria per scongiurare l’eventuale presenza di sostanze pericoloso. L’assessore Cattaneo, in merito a questi episodi e subito dopo i controlli dell’aria iniziati con tempestività, ha detto ““I primi controlli fanno ritenere che non ci siano evidenze di criticità particolari dal punto di vista degli inquinanti. I controlli proseguiranno anche nelle prossime ore”. Non ci sarebbero quindi, secondo le analisi effettuate in questi giorni, pericoli per la salute dei cittadini ma la certezza si avrà tra oggi e domani. L’Ats consiglia comunque ai cittadini, a titolo precauzionale, di tenere le finestre chiuse sostare il meno possibile all’aperto.

LEGGI ANCHE: 

Leggi anche:  Incendio in abitazione, salvato anche il gatto

Incendio in un deposito di rifiuti nella periferia Milanese FOTO

Incendio nella notte in una ditta di riciclo rifiuti a Novate VIDEO

Nuovo sequestro per uno stabilimento di rifiuti

I Carabinieri di Cornaredo nei giorni scorsi hanno raccolto diverse segnalazioni da parte dei residenti allarmati da un insolito via vai di camion e autoarticolati in un capannone industriale. I Carabinieri del nucleo operativo ecologico di Milano, in collaborazione con i militari del Comando provinciale di Milano, hanno quindi indagato. All’interno del capannone hanno trovato 1200 mentre cubi di rifiuti, in particolare materie plastiche. Le Forze dell’Ordine hanno ipotizzato stesse nascendo una discarica abusiva con un’illecita attività di gestione, raccolta e smaltimento rifiuti. Per questo motivo il responsabile tecnico della ditta, un 49enne residente in Monza Brianza e il proprietario del sito industriale, un 49enne della provincia di Verona, sono stati segnalati alla Procura di Milano per gestione illecita di rifiuti. Il capannone industriale invece, del tutto privo di autorizzazioni allo stoccaggio di rifiuti, è stato sottoposto a sequestro.

LEGGI ANCHE:

 Incendio in una ditta di rifiuti: “La Lombardia non è la terra dei fuochi”

Incendio in un deposito di rifiuti nella periferia Milanese FOTO

Incendio nella notte in una ditta di riciclo rifiuti a Novate VIDEO