Inseguimento a Lainate tra via Palladio e via per Nerviano.

Inseguimento a Lainate: pusher acciuffato picchia i militari

Nei giorni scorsi un pusher di 42 anni di origine marocchina, già noto alle Forze dell’ordine, ha attirato l’attenzione dei Carabinieri mentre si trovava in via Palladio a Lainate con addosso un gillet giallo catarifrangente. L’uomo ha quindi deciso di salire a bordo della sua Opel Zafira e fuggire ad alta velocità. A quel punto i militari lo hanno inseguito per circa 4 chilometri fino a che l’uomo non ha abbandonato il veicolo in via per Nerviano e ha cercato di seminarli correndo nei campi. Raggiunto dai carabinieri il 42enne non si è arreso ma si è scagliato contro di loro sferrano calci e pugni finché i due carabinieri non lo hanno fermato grazie ad uno spray urticante. Durante la colluttazione il capo equipaggio ha riportato escoriazioni al braccio destro mentre l’altro militare è rimasto ferito alla gamba destra. Per entrambi una prognosi di cinque e dodici giorni. Dopo l’arresto i militari hanno perquisito l’Opel Zafira dell’uomo dove erano nascosti 708 grammi di cocaina, 93 di marijuana, un bilancino di precisione e un coltello a serramanico. Il pusher aveva addosso anche 2045 euro, probabilmente frutto dell’attività di spaccio.