Il corpo è stato rinvenuto nelle acque di Laveno Mombello, a tre metri di profondità. Vigili del fuoco e Protezione Civile lo cercavano da giovedì sera.

Lago Maggiore, il disperso non ce l’ha fatta

E’ stato ritrovato ieri dal nucleo di sommozzatori dei vigili del fuoco il corpo senza vita di Angelo Crenna, l’uboldese di 65 anni disperso da giovedì. L’uomo, residente a Uboldo, si trovava in questi giorni a Cerro di Laveno dove aveva una casa. Di lui si erano perse le tracce dopo che era uscito di casa per andare a fare il bagno. Le ricerche erano iniziate giovedì pomeriggio, dopo il ritrovamento da parte dei famigliari dei suoi effetti personali vicino a un pontile.

Le ricerche e il tragico ritrovamento

I famigliari hanno quindi avvisato la moglie di Crenna e lei a sua volta i carabinieri. Subito sono iniziate le operazioni di ricerca tra le acque del Lago Maggiore e nei boschi circostanti. Ieri mattina è stata passata al setaccio l’area della spiaggia dove Crenna era andato a fare il bagno, chiudendola ai bagnanti, e utilizzando anche il Drago 80, l’elicottero dei Vigili del Fuoco. Il corpo è stato ritrovato senza vita poco distante dalla spiaggia a tre metri di profondità. Ora si attende l’esito dell’esame autoptico.

Leggi anche:  Malore mentre si trova in discarica, è gravissimo

Il filmato delle ricerche da parte dei Vigili del Fuoco:

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE