Litiga con la compagna e si allontana da Legnano: trovato su un treno diretto a Verona.

Litiga con la compagna e si allontana da Legnano

Nella giornata di ieri, lunedì 12 agosto, la signora P.L. si è recata negli Uffici di Polizia perché allarmata dalla scomparsa del compagno M.G., di cui non aveva notizie dalle 20 del giorno precedente. I due si trovavano ospiti in un Hotel di Legnano per una visita programmata ai parenti. L’uomo, nel pomeriggio di domenica 11 agosto, mentre si trovava dai genitori con la compagna, si è allontanato per andare in un bar insieme ad un parente. I due sono rientrati a casa in orario tardo sotto esplicito della donna e questo ha causato momenti di tensione e preoccupazione tra i familiari tanto che la coppia ha deciso di lasciare l’abitazione e tornare in albergo. Con la scusa di doversi rilassare, M.G. ha deciso quindi di andare a fare due passi. Poco dopo l’uomo ha iniziato a mandare messaggi strani alla compagna la quale si è preoccupata e si è quindi recata in Commissariato. Subito sono partite le attività info-investigative.

Leggi anche:  Rapina in lavanderia a Saronno, taglierino contro una cliente per 20 euro

Il ritrovamento a Verona

L’uomo dopo essersi allontanato da Legnano si è recato a Vanzago per poi dirigersi alla Stazione Centrale di Milano. A questo punto, nella mattina del 12 agosto, M.G. ha comprato un biglietto per il treno alta velocità Freccia Rossa  con destinazione Venezia,  luogo da questi particolarmente amato. Tempestivamente allertata la Polizia Ferroviaria presente sulla tratta Milano – Venezia, intorno alle 14 di ieri  M.G. è stato infatti rintracciato a bordo di treno Freccia Rossa  dalla Polfer della città di Verona. Avvisata la compagna, questa lo ha raggiunto negli uffici della Polfer per poi tornare a casa insieme all’uomo.