Marilena Re: morto il fratello Antonio che abitava a S.Ilario, frazione di Nerviano. La donna era stata uccisa e decapitata da Vito Clericò di Garbagnate Milanese.

Marilena Re, addio al fratello

E’ morto Antonio Re. L’uomo, che abitava in una casa di corte di via Garibaldi a S.Ilario, frazione di Nerviano, è stato trovato senza vita nella sua casa. La sua abitazione, la stessa dove Marilena Re era cresciuta, si trova in una corte che si affaccia sulla centralissima via Garibaldi. Marilena Re, era infatti originaria della frazione. La sua scomparsa prima e morte poi era diventata un caso nazionale: era stato uccisa e poi decapitata da Vito Clericò, pensionato di Garbagnate Milanese alla quale la donna, che da S.Ilario si era poi trasferita a Castellanza con la famiglia, aveva prestato dei soldi.

Inutili i soccorsi

Nel tardo pomeriggio, nella casa di Antonio Re sono arrivati i carabinieri di Nerviano e i vigili del fuoco. L’uomo, che ogni mattina  frequentava il bar del centro, sempre molto schivo e mai ben disposto a parlare del caso della sorella, non si vedeva in giro da qualche giorno. Entrati in casa, militari e pompieri l’hanno trovato senza vita. Si tratta di morte naturale.

Leggi anche:  La garbagnatese Alessia Culcasi trionfa a La voce di Lodi

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE