«Maxi controllo» alle periferie di Cislago: il bilancio è di 35 controllati, quattro denunciati e tre segnalati alla Prefettura di Varese come assuntori di droga.

Maxi controllo: 35 i controllati

Ieri sera, martedì 29 gennaio, i Carabinieri della stazione di Cislago hanno eseguito un servizio di controllo straordinario del territorio, finalizzato a reprimere e prevenire la commissione di reati predatori. Le pattuglie hanno vigilato le vie periferiche, ispezionando i giardini delle abitazioni più a rischio e controllando veicoli sospetti. L’operazione ha portato all’identificazione di 35 persone, tra cui due uomini originari del Centro America, disoccupati e in Italia senza fissa dimora, rispettivamente di 40 e 37 anni, denunciati entrambi per possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso. Con loro avevano infatti dei cacciavite, una pinza e un ferro ricurvo. Un 27enne di origini marocchine è stato invece denunciato per violazione della normativa sull’immigrazione clandestina, mentre un altro suo connazionale, 35enne, residente a Caronno Pertusella e regolare sul territorio nazionale, è stato denunciato per porto abusivo di armi: in tasca nascondeva infatti un coltello a serramanico.

Leggi anche:  Morte sorelle Agrati, arrestato il fratello Giuseppe

Posti di blocco nelle zone boschive

Infine, durante i posti di controllo, nelle vie che costeggiano la zona boschiva, sono stati perquisiti alcuni giovani, tre dei quali sono stati trovati in possesso di piccole quantità di cocaina e hashish. Sono stati tutti segnalati alla Prefettura di Varese come assuntori di sostanze stupefacenti.

TORNA ALLA HOMEPAGE E LEGGI ALTRE NOTIZIE