Chiede 500 euro e minaccia di bruciare la panetteria se il titolare non accetta. E’ successo nel centro di Rovellasca.

Minaccia di bruciare una panetteria, arrestato

I militari della Stazione Carabinieri di Turate, con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Lomazzo, nel corso del pomeriggio di ieri, mercoledì 13 marzo, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, nei pressi del centro di Rovellasca, M.A., cittadino italiano classe 1992, di Rovellasca. E’ stato deferito in stato di libertà H.C., cittadino rumeno classe 1993, residente a Rovellasca. Entrambi sono ritenuti responsabili del reato di tentata estorsione.

Ecco cosa è successo

I fatti risalgono al pomeriggio. M.A. si è presentato in una panetteria chiedendo la somma 500 euro. E poi la minaccia: se il titolare non avesse pagato avrebbe incendiato il locale. I due poi sono allontanati. Subito è stato dato l’allarme alle Forze dell’ordine e i due sono stati bloccati in maniera tempestiva.  Le indagini hanno consentito di individuare, attraverso testimonianze e ricostruzione delle vie di fuga, i due rei. M.A. è stato così tratto in arresto per tentata estorsione, mentre il complice denunciato in stato di libertà. L’arrestato, all’esito di tutte le formalità, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria informata dalla Stazione CC Turate, è stato trattenuto all’interno delle locali camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.