Il pensionato di Rovello Porro è deceduto poco dopo essere stato dimesso dal Pronto soccorso di Saronno.

Morti in corsia, esumata la salma

Si sono svolte in circa un’ora le operazioni per l’esumazione della salma di Domenico Brasca, il pensionato di Rovello Porro morto a 81 anni il 18 agosto 2014. Secondo la Procura si tratterebbe dell’ultima presunta vittima del Protocollo Cazzaniga. A segnalare dubbi sul decesso dell’81enne, scomparso poche ore dopo essere stato dimesso dal Pronto soccorso di Saronno, erano state nei mesi scorsi le figlie che si erano rivolte alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio. Ora la salma di Brasca verrà trasportata all’istituto di medicina legale di Milano dove inizieranno le analisi nei laboratori di tossicologia forense dell’università di Pavia.