Motta, qualcuno ha dato alle fiamme la casupola di legno presso l’appezzamento del sindaco De Giuli, rieletto pochi giorni fa.

Motta, incendio doloso contro il sindaco De Giuli

Incendio all’interno del casotto di legno presso un piccolo appezzamento agricolo di proprietà del sindaco di Motta Visconti Primo De Giuli. Un preoccupante episodio che appare di natura dolosa e che è ancora più inquietante se si considera che appena una settimana fa un altro sindaco dell’Abbiatense recentemente eletto, Andrea Cipullo di Vermezzo con Zelo, è stato vittima di un apparente atto intimidatorio, con un grosso petardo fatto esplodere contro il parabrezza della sua auto parcheggiata in strada.

L’incendio alla struttura di legno di De Giuli, lungo la strada che conduce al Ticino, potrebbe risalire a qualche giorno fa: la casupola era aperta e qualcuno ha ammassato deliberamente sopra al divano al suo interno della carta poi data alle fiamme. Il rogo non si è fortunatamente propagato ma la struttura è rimasta gravemente danneggiata. Inevitabile la tentazione di associare l’atto al ruolo pubblico di primo cittadino ricoperto dal forzista De Giuli, ma solo le indagini affidate ai carabinieri di Motta, presso i quali è stata fatta denuncia, potranno chiarire ed auspicabilmente condurre alla scoperta del responsabile del gesto. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE