Non si ferma all’alt, inseguito per 4 chilometri dai carabinieri e bloccato a Mozzate. Arrestato un albanese irregolare per resistenza e guida ubriaco.

Non si ferma all’alt, schiva un militare e scappa

Nella notte tra lunedì e martedì, i militari della Stazione Carabinieri di Mozzate e della Compagnia di Intervento Operativo del 3° Reggimento Carabinieri Milano, nell’ambito dei servizi di controllo straordinario del territorio finalizzati alla repressione delle condotte delittuose connesse con i reati predatori, hanno istituito un posto di controllo sulla Sp 24 a Limido Comasco. Hanno intimato l’alt a una autovettura Bmw serie 7 la quale dapprima ha rallentato e successivamente,  schivato un militare, si è dato alla fuga.

 Automobilista bloccato a Mozzate

Il capillare sistema repressivo predisposto ha fatto sì che l’autovettura, inseguita per circa 4 chilometri e accerchiata dalle pattuglie sul territorio, venisse fermata a Mozzate, in via Limido, senza provocare alcun ferito né alcun danno.

 Era alla guida ubriaco

Identificato il conducente, unitamente ad altri 2 soggetti a bordo, è stato sottoposto a test alcolemico risultando di gran lunga al di fuori dei limiti consentiti.

Leggi anche:  Controlli allo Zero e nei locali della movida

 Arrestato  44 enne albanese irregolare per resistenza

I carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, A.A., cittadino albanese classe 1975, irregolare sul territorio dello Stato, in Italia senza fissa dimora, resosi responsabile di resistenza a Pubblico Ufficiale e guida in stato di ebbrezza alcolica. Condotto in caserma oggi sarà processato con rito direttissimo.