L’uomo era ai domiciliari e non poteva uscire di casa per assistere alla Rho Night Run

Perchè devo stare chiuso in casa? Voglio vedere la Rho Night Run

«Perchè tutta questa gente può stare in piazza e io devo stare chiuso in casa? Dai chiudete un occhio» Durante la «Rho Night Run» la gara podistica non competitiva organizzata dal Lions Club Rho Host, svoltasi nella serata di mercoledì 19 giugno, la Volante del Commissariato Rho Pero in servizio in piazza San Vittore a Rho, sede della partenza della gara, notata, tra l’elevato numero di persone B. M. di 39 anni, noto agli agenti per essere stato denunciato più volte per reati contro la persona e contro il patrimonio ma, soprattutto, per essere destinatario della misura della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Rho.

In centro ubriaco

Tra i numerosi obblighi che vengono imposti alla persone cui è applicata la misura cautelare in carcere, vi è quella di rientrare a casa alle 21 e di non uscirne prima delle 7 Per tali motivi gli agenti in servizio procedevano a fermare e controllare B.M. che si presentava palesemente ubriaco con una birra in mano e alla richiesta su cosa facesse fuori casa a quell’ora, rispondeva che si stava annoiando e che essendoci parecchia gente in giro voleva starci anche lui.

Leggi anche:  Orti comunali: pubblicato il bando a Motta

La notte in cella di sicurezza

Chiedeva addirittura agli agenti del Commissariato di Rho-Pero di chiudere un occhio, ma veniva informato che sarebbe stato deferito in stato di arresto per aver contravvenuto alle prescrizioni imposte con la Sorveglianza speciale ed accompagnato presso le camere di sicurezza della Questura di Milano in attesa del processo per direttissima.