Omicidio Senago: Luisa Valli, 80 anni, è stata raggiunta con due colpi di pistola alla testa esplosi dal marito, Giuseppe Moia di 81 anni.

Omicidio Senago: l’ultima lettera del marito

Una vera tragedia quella che ha scosso Senago nella mattinata di ieri, sabato 29 settembre. Giuseppe Moia, secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri della Compagnia di Desio, aveva già pianificato il terribile gesto. Nella loro casa di via Treviso, infatti, l’uomo ha lasciato un biglietto in cui annunciava ciò che di lì a poco avrebbe fatto. Il motivo, come lui ha scritto in quelle righe, sarebbe la malattia della moglie Luisa Valli, ormai divenuta insostenibile per Moia.

Senago, spara alla moglie e tenta il suicidio

La dinamica

Nella mattina di sabato 29 settembre, Giuseppe Moia ha sparato due colpi di pistola alla testa di sua moglie, uccidendola. Poi ha ricolto la sua calibro 22, regolarmente detenuta, contro se stesso e ha aperto il fuoco. I soccorsi sono stati allertati dai vicini che hanno sentito gli spari. L’uomo, ancora vivo, è stato ricoverato al Niguarda in condizioni critiche ed è entrat in coma. In queste ore, le forze dell’ordine stanno portando avanti tutti gli accertamenti del caso per ricostruire quest’amara tragedia.

Leggi anche:  Strade pericolose, Il Comune di Rho interviene con un progetto di oltre 400mila euro

LEGGI ANCHE: Tragedia a Senago, spara alla moglie e poi tenta il suicidio