La disinfestazione per una estate senza punture

Interventi mensili di disinfestazione

Per limitare la presenza delle zanzare, l’amministrazione Comunale di Rho sta attuando interventi mensili di disinfestazione. Quest’anno le operazioni – effettuate tramite ditta specializzata con modalità e prodotti disinfestanti certificati e non nocivi alle persone e a insetti non coinvolti, come le api – sono iniziate a maggio per via del maltempo. La disinfestazione si effettua a giugno, luglio e proseguirà ad agosto, settembre ed eventualmente ottobre.

Il Comune interviene nelle aree pubbliche

Il Comune di Rho interviene solo nelle aree pubbliche. Tutti gli interventi di disinfezione e disinfestazione negli edifici e terreni privati devono essere effettuati a cura e spese dei proprietari privati delle aree interessate. Il personale di Ecosan, ditta incaricata, è dotato di cartellino di riconoscimento e vestiario adeguato. Non entra nelle proprietà private. Tutte le zanzare sono caratterizzate da un denominatore comune: la necessità di sviluppare le prime fasi del ciclo biologico in ambiente acquatico.

Importante il contributo dei cittadini

Le femmine depongono le uova nei fiumi, nei ristagni d’acqua, nei cavi degli alberi, nei recipienti pieni d’acqua come ad esempio i sottovasi, gli annaffiatoi, i secchi. I cittadini possono contribuire a evitare la proliferazione delle zanzare sul territorio, prevenendo la deposizione delle uova tramite semplici accorgimenti: non abbandonare oggetti o contenitori dove può raccogliersi acqua così da impedire la formazione di qualsiasi ristagno, controllando i luoghi poco accessibili e nascosti. Anche gli pneumatici possono essere un’ottima culla per i nostri piccoli nemici. Pulire periodicamente grondaie per scongiurare la formazione di larve e permettere lo scorrimento dell’acqua. Nei ristagni d’acqua che non possono essere svuotati (tombini, ecc.) la cosa migliore è aggiungere un larvicida biologico atossico (generalmente a base di Bacillus Thuringiensis, acquistabile in farmacia), che inibisce lo sviluppo larvale; un’altra possibilità consiste nell’aggiungere qualche cristallo di solfato di rame per ogni litro di acqua stagnante. Altri consigli utili per difendere la propria persona: installare zanzariere fisse su porte e finestre per evitare l’accesso del fastidioso insetto, moderare l’uso di profumi dolci e lacche per capelli, ricorrere ai tantissimi rimedi naturali, come le candele alla citronella e all’olio essenziale di geranio, innocui per l’ambiente e per l’uomo.

Leggi anche:  Inchiesta tangenti, lunedì Lara Comi interrogata dal gip VIDEO

Il nostro territorio habitat della zanzara tigre

Da qualche anno a questa parte, inoltre, il nostro territorio è diventato l’habitat della zanzara tigre, famosa perché attiva di giorno. Inoltre, le zanzare tigre e le zecche possono essere vettori di alcune malattie virali. Per proteggersi dalle loro punture, Regione Lombardia ha approntato una guida con consigli pratici su come difenderci.