Ricoverato in ospedale lo studente aggredito da una baby gang di una decina di ragazzini al parco di villa Centenari. Il padre: “Mio figlio agonizzante perdeva sangue, atto criminale che non deve restare impunito”.

La baby gang: “Inginocchiati e baciaci le scarpe”

Era andato al parco con un amico per chiarire un’incomprensione, e si sono trovati vittime di una baby gang formata da ragazzini di Tradate, Mozzate e Venegono. Li hanno circondati e costretti a inginocchiarsi e baciargli le scarpe. Il branco ha poi iniziato a schiaffeggiare l’amico, mentre il 15enne di Abbiate, studente a Varese, veniva colpito al volto con una ginocchiata, perdendo i sensi. Lasciato su una panchina, lo hanno trovato nel pomeriggio di venerdì i genitori e i carabinieri.

Il padre: “L’ho trovato sanguinante, mi si è fermato il respiro”

Il 15enne è stato subito soccorso e trasportato in ospedale con un forte trauma facciale. Per lui una prognosi di 10 giorni e una ferita molto più profonda, emotiva. “Sono stati minacciati, hanno paura di parlare – racconta il padre – Quanto accadutogli però va oltre il bullismo, è un vero e proprio atto criminale. Quando sono arrivato in villa Centenari era agonizzante, sulla panchina, col sangue che gli usciva dalla bocca. Non è facile per un padre trovare il figlio in quelle condizioni e non poter far nulla”. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della Stazione di Tradate, al lavoro per ricostruire l’intera vicenda e risalire ai membri della baby gang.

Leggi anche:  Striscione animalista a Tradate contro la pubblicità di Unieuro

Il servizio completo sul numero de La Settimana di Saronno di venerdì 6 aprile.