Un uomo di 63 anni si è spezzato le braccia in un modo singolare

Si è spezzato le braccia cercando di salvare l’auto

Stava cercando di far ripartire l’auto in panne quando questa si è mossa improvvisamente sfondando il cancello del vicino di casa. Lui, P.M., classe 1956 di Rho, non ci ha pensato due volte: ha tentato di fermarla aggrappandosi ai finestrini. Non ha mollato la presa fino a quando il suo fisico ha ceduto e l’auto è finita in fondo alla rampa che porta al box del vicino, schiantandosi contro la porta del garage.

Nel box una famiglia che stava imbiancando

All’interno una famiglia impegnata a imbiancare il locale. Fortunatamente per loro solo terrore, mentre per il malcapitato e sfortunato protagonista della vicenda due braccia rotte e il trasporto in elicottero all’ospedale San Carlo di Milano. Si è sfiorata la tragedia alle 18.15 di giovedì 13 giugno, all’altezza del civico 33, dove, subito prima della farmacia, la via Molino effettua una rientranza.

Leggi anche:  Mirko Rosa chiuso in casa? Arrivano pompieri e carabinieri FOTO

L’allarme dato dai vicini di casa

I primi a intervenire per soccorre l’uomo sono stati i vicini di casa, poi i volontari della Croce azzurra di Milano e l’équipe medica dell’elisoccorso arrivato dall’ospedale milanese di Niguarda.  In via Molino anche gli agenti della Polizia locale di Rho chiamati per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. L’uomo protagonista della vicenda è un ristoratore rhodense.