Salvata dai Carabinieri mentre sta per lanciarsi nel vuoto. E’ accaduto a Paderno Dugnano la sera del primo gennaio. Provvidenziale l’intervento delle Forze dell’ordine.

Salvata dai Carabinieri mentre sta per lanciarsi nel vuoto

E’ stata salvata dai Carabinieri della Tenenza di Paderno Dugnano la donna che la sera del primo gennaio, in un probabile momento di grande sconforto, stava per compiere un gesto estremo, lanciandosi dal balcone della sua abitazione.

L’intervento delle Forze dell’ordine è scattato subito dopo la telefonata arrivata alla centrale operativa dei Carabinieri dei Desio da parte dello psicoterapeuta della donna, il quale, a sua volta, aveva ricevuto poco prima dalla paziente alcuni messaggi che facevano temere il peggio.

Appena ricevuta la notizia, una pattuglia si è precipitata sul posto riscontrando effettivamente una situazione di concreto ed imminente pericolo: la donna era seduta sul parapetto dalla finestra del proprio appartamento con le gambe a penzoloni nel vuoto.

I militari si dividono

I due militari hanno così deciso di dividersi. Uno è rimasto all’esterno dell’abitazione e ha subito allacciato un contatto verbale con la donna. Fondamentale per riuscire ad intrattenerla mentre il collega tentava di entrare in casa.

Leggi anche:  La Lega: "L'Autodromo di Monza sia intitolato a Niki Lauda"

Operazione non facile visto che la porta d’ingresso era chiusa a chiave. Fortunatamente nello stesso stabile abitavano i genitori della donna che hanno consegnato le chiavi al Carabiniere.

Il militare è così riuscito ad entrare silenziosamente in casa e, in breve tempo, a metterla in salvo. Vista la situazione è intervenuta sul posto anche l’ambulanza che ha trasportato la 50enne in ospedale a Garbagnate per ricevere le cure del caso.