Mercoledì sera, 26 dicembre 2018, allo stadio Meazza si è disputata la partita Inter-Napoli. All’esterno, già intorno alle 19.30 si sono verificati alcuni scontri tra gli ultras. Quattro le persone rimaste ferite. Daniele Belardinelli invece è stato travolto da un suv ed è morto questa mattina, giovedì 27 dicembre, in ospedale.

Scontri ultras durante Inter-Napoli

Durante gli scontri tra ultras nerazzurri e partenopei un mezzo scuro, probabilmente un suv, ha travolto un tifoso interista. Il ragazzo, Daniele Belardinelli, 35 anni di Buguggiate è stato trasportato d’urgenza in codice rosso all’ospedale San Carlo. A dare l’allarme sono stati i tifosi napoletani che accortisi dell’accaduto hanno subito allertato i tifosi avversari. Purtroppo per il giovane non c’è stato nulla da fare. E’ arrivato al nosocomio milanese con gravi lesioni alla milza, all’aorta toracica e addominale e diverse fratture tra cui quella al femore. Dopo l’operazione per tentare di salvarlo è deceduto questa mattina, giovedì 27 dicembre, intorno alle 4.30. La sua salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. Al momento sono state fermati fermati due soggetti ma si cerca anche un terzo.

Leggi anche:  In funicolare al Sacro Monte, sette giorni su sette

LEGGI ANCHE: Inter-Napoli: scontri tra gli ultras, morto tifoso di Varese, curva chiusa

Ecco chi è il tifoso morto

Durante gli scontri fuori da San Siro ha perso la vita Daniele Belardinelli, 35 anni di Buguggiate in provincia di Varese. Era socio in una impresa edile che lavora in Canton Ticino ed era praticante di Mma, una disciplina di arti marziali miste. Daniele era già stato ferito durante gli scontri prima di essere investito. Il giovane era il capo del gruppo estremo di ultrà del Varese “Blood&honour”. Questo gruppo di tifosi è molto vicino agli ultrà dell’Inter, partecipando anche a disordini violenti al fianco dei nerazzurri. I comportamenti di questi ultrà e di Belardinelli sono stati protagonisti più volte degli scontri tra tifoserie. E proprio Daniele aveva ricevuto un Daspo di cinque anni nel 2012 per disordini scoppiati nella partita amichevole tra Inter e Como.