Solidarietà dal sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai per le scritte ingiuriose comparse in questi giorni nei confronti di Fortunata Barni

La Condanna di Nai alle scritte ingiuriose contro Barni

“Rispetto ad alcune scritte ingiuriose nei confronti del sindaco Fortunata Barni, comparse nella notte sulle mura di diversi edifici di Robecco sul Naviglio, esprimo la massima condanna: si tratta senza dubbio alcuno di comportamenti vili e ingiustificabili -così interviene il sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai in una nota stampa diffusa a seguito della diffusione sui social delle scritte comparse a Robecco – La mia massima solidarietà e vicinanza vanno alla collega, che certamente continuerà la sua opera amministrativa con passione e professionalità, senza lasciarsi minimamente intimidire da persone che non meritano alcun tipo di considerazione”.

Probabilmente la causa è il semaforo…

Aggiunge ancora Nai: “Ancorché non se ne faccia diretto riferimento, posso immaginare che tali provocazioni siano collegate alla decisione di posizionare un impianto semaforico all’interno del Comune: ricordo che la situazione viabilistica di Robecco sul Naviglio è gravata da un traffico quotidiano quasi insostenibile, e l’attraversamento in sicurezza in prossimità del ponte sul Naviglio non può essere sottovalutato”.