I carabinieri della Stazione di Saronno, con l’aiuto di altre pattuglie dei reparti della Compagnia, insieme alla Polizia Locale, nella serata di ieri, martedì 19 febbraio 2019, hanno eseguito un controllo straordinario del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti localizzato in alcune zone della città.

Sequestro di droga in un bar di Saronno

I militari e gli agenti hanno setacciato le zone limitrofe alla stazione ferroviaria, identificando e perquisendo numerosi soggetti ritenuti sospetti. Nel mentre altri operatori si sono diretti verso alcuni esercizi pubblici del centro. Sono entrati anche in un bar in zona Matteotti dopo aver identificato e perquisito gli avventori, le pattuglie hanno ispezionato con cura i locali dell’attività, sino a rinvenire un sacchetto con 60 grammi di cocaina purissima nascosto dietro una delle macchinette VLT posizionata in un vano adibito a sala giochi, pertinenza dello stesso bar. Immediati gli accertamenti svolti, che in poco tempo, anche con l’ausilio delle immagini di videosorveglianza del locale, hanno attribuito la paternità dello stupefacente a due dei presenti che erano stati bloccati poco prima dai Carabinieri e dalla Polizia locale che avevano fatto accesso. I due, all’arrivo dei militari, si erano disfatti della sostanza nascondendola proprio dietro le macchinette. Condotti in caserma per la redazione degli atti a loro carico, i due, un 50enne marocchino, ormai residente da anni in Italia, e un 61enne di origini calabresi, ma residente a Saronno, sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Leggi anche:  Trovato un corpo senza vita in un appartamento di Canegrate

Nella rete dei controlli sono incappati anche due stranieri, un albanese di 34 anni e un marocchino di 33 anni, risultati irregolari e pertanto deferiti per violazione delle norme che disciplinano l’immigrazione. Infine un cittadino di Gorla Minore, 46enne, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina e di conseguenza segnalato alla Prefettura come assuntore di stupefacenti, mentre un 53enne di Gerenzano è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica: il tasso alcolemico è risultato quattro volte superiore al consentito.