Sequestro fuochi d’artificio a Cislago: in azione i carabinieri.

Sequestro fuochi d’artificio, erano nel garage

I carabinieri della stazione di Cislago, in collaborazione a quelli di Turate, hanno denunciato in stato di liberà S.P., 41enne commerciante di Turate, con precedenti di polizia: a suoi danni il reato di commercio abusivo di materiale pirotecnico e o omessa denuncia di materiale esplodente. Il materiale, privo di categoria di riferimento e marchiatura Ce, è stato interamente messo sotto sequestro di concerto con la Procura della Repubblica di Como. I militari sono arrivati a perquisire le abitazioni di S.P, prima a Gerenzano e poi a Turate. Il materiale è stato trovato nel territorio comasco, in un garage di pertinenza della dimora dell’uomo. Più d 200 chilogrammi, suddivisi in oltre 30 scatole.

I maxi controlli

Come ogni anno gli uomini dell’Arma hanno intensificato l’attività di contrasto al commercio illegale di artifizi pirotecnici per scongiurare il consueto verificarsi di incidenti nel periodo di Capodanno. E’ così che sono arrivati a perquisire le abitazioni di S.P, prima a Gerenzano e poi a Turate.

Leggi anche:  Botte per strada? No, amore

LEGGI ANCHE:
Garbagnate, sequestro di fuochi d’artificio denunciati due fratelli
Albairate: “I fuochi artificiali mi hanno colpito al volto: cornea abrasa e timpano rotto”

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE