Sabato 16 febbraio Sinistra di Sedriano sarà presente con un gazebo al mercato per chiedere le dimissioni del sindaco Angelo Cipriani.

Sinistra di Sedriano: “Cipriani vai a casa”

La richiesta nasce dal fatto che, a detta della Sinistra, il sindaco “gestisce la cosa pubblica come fosse il cortile di casa sua”. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la distruzione del patrimonio arboreo presente nell’area dove sono in corso i lavori per creare gli orti urbani. “Noi di SdS chiediamo di salvare le piante – espiantandole a nostro carico – dall’area orti urbani e ci viene negata l’autorizzazione. Ora, nell’area degli orti in costruzione si stanno estirpando gli alberi presenti con le ruspe. Lui si crede il padrone di Sedriano e si permette di fare ciò che vuole”, attacca Sinistra di Sedriano.

Il lungo elenco di…  misfatti

Per SdS l’elenco è lungo: “Svilimento delle pratiche democratiche. Decisioni prese nelle stanze dei bottoni, scelte fatte cadere dall’alto e nessuna condivisione.  La discutibilissima – e non dimenticata- sceneggiata del pericoloso marciapiede “arancione” di via Mazzini. I ripetuti (e non autorizzati dall’ufficio comunale competente) interventi su numerose piante di proprietà dei cittadini sedrianesi”.

Leggi anche:  Crisi di giunta, Legnano in Comune: "Senza vergogna"

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE