Sparo a Cornaredo, il candidato sindaco di centrodestra Renato Laviani: “Mai più”.

Indagini in corso

I carabinieri della Compagnia di Corsico stanno proseguendo le indagini per chiarire quando accaduto ieri pomeriggio in via Monzoro a Cornaredo, nella zona industriale al confine con Settimo Milanese e Cusago, dove un uomo è stato gravemente ferito da un colpo di pistola.

Il commento politico

Il fatto ha subito provocato reazioni politiche, visto il voto amministrativo previsto per il prossimo 26 maggio.

Renato Laviani, candidato del centrodestra, ha così commentato sul suo profilo elettorale: “Non vogliamo addossare colpe a qualcuno in particolare,non vogliamo cavalcare un bieco, sterile sensazionalismo. Però una cosa la vogliamo dire, ossia che da settimane parliamo di #sicurezza e della assoluta necessità di ampliare il corpo di Polizia Locale, installare nuove videocamere e partecipare ai bandi di Regione Lombardia per dotare i nostri agenti di droni, taser e spray al peperoncino. Di certo, c’è solo una cosa. Non vogliamo una Cornaredo ridotta così e non permetteremo che accada”.

Leggi anche:  Sei mesi senza Silvia Romano, il sindaco Sala: “Attendo buone notizie, ho ancora fiducia”

L’intervento del sindaco

Sempre via social, anche il sindaco uscente e candidato per il centrosinistra Yuri Santagostino si è espresso sull’accaduto: “Appresa la notizia dell’uomo ferito con arma da fuoco nell’area vicino al confine con Cusago ho contattato il maresciallo della nostra stazione dei carabinieri. Ieri (venerdì 10 maggio ndr) i nostri militari hanno arrestato per spaccio un 37enne e anche i fatti di oggi vanno letti all’interno di indagini più approfondite che i nostri carabinieri stanno svolgendo. Le forze dell’ordine tutte sono al lavoro per individuare e arrestare il responsabile in tempi brevissimi e garantire tutti i giorni la sicurezza di tutta la nostra comunità”.