Tensione tra anarchici e forze dell’ordine a Saronno: è stato un pomeriggio particolarmente turbolento quello di sabato 9 novembre. In programma c’era la festa Piazza rossa InFesta organizzata dal collettivo Adesposta e, come già anticipato, Carabinieri e Polizia di Stato hanno provveduto a presidiare l’area comunale per mantenere l’ordine. Nel corso del pomeriggio l’agitazione dei partecipanti alla festa è però cresciuta progressivamente.

Tensione tra anarchici e forze dell’ordine in Piazza rossa

Dalle 15 in poi i mezzi dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Polizia locale hanno incominciato a delimitare l’area di piazza Mercanti, location della festa nata anche come forma di protesta verso l’Amministrazione che ha reso i parcheggi a pagamento. Alle 16.30 la festa è poi iniziata ufficialmente alla presenza di circa 60 partecipanti e delle forze dell’ordine schierate in tenuta antisommossa. Nel giro di pochi minuti la musica si è però interrotta perché i ragazzi si sono resi conto di essere stati circondati da Carabinieri e Poliziotti. E a quel punto un gruppo di partecipanti è corso verso il sottopasso ferroviario e ha bloccato il cancello per bloccare il passaggio degli uomini in divisa che prontamente li avevano inseguiti. Nel frattempo invece in via Pagani le forze dell’ordine hanno incominciato a perquisire i mezzi in sosta, compresi quelli della band che aveva appena suonato.

Leggi anche:  Vertenza Auchan Conad: protesta in piazza Duomo

Il Corteo fino a Corso Italia

La tensione è così salita alle stelle e gli anarchici hanno improvvisato un corteo, con uno striscione recitante “tout le monde deteste la police”, che è passato davanti al Santuario e ha percorso tutto Corso Italia fino a piazza Libertà, tra i passanti intenti a fare shopping e i fedeli appena usciti da messa. E dopo momenti di grande concitazione i giovani si sono dispersi in piccoli gruppi in varie direzioni.  Qualcuno di loro è ritornato in piazza Mercanti per recuperare i propri mezzi e proprio in quest’area pubblica, a poche ore dalla conclusione della festa, è stato trovato di tutto e di più, dalle innumerevoli bottiglie di birra abbandonate a una maschera di carta raffigurante il sindaco Alessandro Fagioli, al centro della protesta.

Leggi anche: Piazza rossa : arriva Adesposta dopo le polemiche