Tentano colpo in banca, tra gli arrestati anche una donna

Tentano colpo in banca, fermati dai Carabinieri

Erano intenti a fare irruzione alla filiale del  Credit Agricol Cariparma  di Caronno Pertusella  i cinque rapinatori, tra cui una donna, arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Lodi con l’ausilio dei militari della Compagnia Carabinieri di Saronno. I rapinatori non si erano però accorti di essere osservati e seguiti dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Lodi  quando, partendo dalla provincia di Lodi, hanno raggiunto Caronno Pertusella per mettere in atto la rapina in banca.

Bloccati e arrestati in flagranza

I militari di Lodi quando hanno avuto la certezza delle intenzioni del gruppo, hanno avvisato immediatamente i Carabinieri della Compagnia di Saronno e della Stazione locale e insieme sono intervenuti prima che i rapinatori facessero ingresso nella filiale dell’Istituto di Credito, bloccandoli e traendoli in arresto senza permettere loro di consumare la rapina. Il tempestivo intervento dei militari dell’Arma ha permesso di arrestare tutto il gruppo di rapinatori, composto da cinque persone,  tra i 25 e i 40 anni, di cui una donna, che avevano raggiunto la banca a bordo di  due autovetture. Tre degli arrestati sono originari della provincia di Palermo, uno di Melegnano mentre la donna è di Sant’Angelo Lodigiano.

In auto tutto il materiale per il colpo

Le perquisizioni personali e sulle autovetture utilizzate dai rapinatori portavano i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Lodi a rinvenire e sequestrare cappellini e sciarpe che i rapinatori si accingevano ad utilizzare per travisarsi, nonché delle fascette in plastica che sarebbero servite per immobilizzare ai polsi i dipendenti e  i clienti presenti all’interno della filiale. Uno dei rapinatori, già noto alle forze dell’ordine, si era premunito di spalmarsi sulle mani una colla a presa rapida per evitare di lasciare impronte digitali nel corso della rapina. I cinque rapinatori  sono rimasti sorpresi dalla repentina azione messa in atto dai carabinieri che li hanno bloccati. Una volta fermati sono stati portati nel carcere di Busto Arsizio, ad eccezione della donna che è stata portata nella casa circondariale di Milano-San Vittore. Sono tutti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio. L’azione dei carabinieri non è passata inosservata tra gli abitanti del Comune di Caronno Pertusella che, come i dipendenti dell’istituto di credito, hanno assistito alle fasi dell’arresto complimentandosi con i carabinieri che hanno operato.