Cusago, un commando di tre persone costringe la padrona di casa ad aprire la cassaforte prima di segregarla in cantina e darsi alla fuga.

Terrore in villa a Cusago: minacciata con la fiamma ossidrica dai ladri

Terrore in villa a Cusago: attorno alle 20.30 di lunedì 3 dicembre un commando composto da tre uomini ha fatto irruzione a Cascina Colombara, complesso residenziale di appartamenti e villetti. Gli uomini, incappucciati, hanno forzato la porta di ingresso dell’abitazione di un noto professionista e hanno iniziato a rovistare aprendo cassetti e armadi, mettendo sottosopra tutto l’appartamento. Erano andati a rubare in quella casa a colpo sicuro, attrezzati di fiamma ossidrica per aprire le cassaforti. Ma nell’appartamento c’era la padrona di casa, 56 anni, che si è trovata faccia a faccia con i malviventi. I quali, minacciandola con la fiamma ossidrica, l’hanno costretta a mostrare loro la cassaforte.

Un bottino di circa 10mila euro

Dal caveau la banda ha prelevato denaro e gioielli per un bottino che dalle prime stime si aggira sui 10mila euro. Quindi, hanno portato la donna in cantina minacciandola di morte se avesse tentato di dare l’allarme prima della loro fuga per le campagne. Solo quando i tre, apparentemente di origini dell’est, si sono allontanati, la 56enne ha potuto dare l’allarme. Sul posto i carabinieri di Corsico e una ambulanza. Ma per fortuna la donna non ha subito violenze fisiche. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE.