Tragedia nel Naviglio nella mattinata di oggi, venerdì 28 giugno: due ragazzi disabili in gita sono caduti in acqua a Robecco. Uno è stato recuperato ed è gravissimo, del secondo è stato successivamente trovato il cadavere a Cassinetta.

Tragedia nel Naviglio

Due ragazzi disabili in gita dal centro diurno di Macherio con alcuni accompagnatori e a bordo di biciclette speciali a tre ruote sono caduti poco prima delle 11 in acqua nel Naviglio tra Robecco ed Albairate. Uno, di 31 anni, è riuscito a slegarsi dal mezzo e sarebbe stato recuperato poco dopo in arresto cardiaco. E’ stato trasportato in elisoccorso all’ospedale San Raffaele in gravi condizioni. L’altro, Nicola Fazzi, 34enne di Villasanta, è stato recuperato senza vita nel primo pomeriggio dai soccorritori. E’ stato trovato legato al mezzo con una cintura di sicurezza. La bici si era conficcata a testa in giu’ lungo al fondale lungo la sponda opposta rispetto alla pista ciclabile, tra Robecco e Cassinetta di Lugagnano. Sul posto per i rilievi i carabinieri di Abbiategrasso.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, le ruote delle loro bici speciali si sarebbero accidentalmente toccate provocando la caduta in acqua in un tratto in cui la ciclabile tra Robecco e Cassinetta non è fiancheggiata da alcuna protezione.

Leggi anche:  Stragi del sabato sera, maxi controlli dei carabinieri

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE