Trenord ha dato il via a un piano di rilancio e potenziamento della rete di vendita che prevede la trasformazione delle tradizionali biglietterie in punti dedicati all’accoglienza a 360°, per supportare i clienti nell’organizzazione del viaggio dal primo all’ultimo miglio e assicurare maggiore presidio e vicinanza alle loro aspettative. Un traguardo fatto di step graduali che l’operatore ferroviario intende raggiungere entro la fine del 2019, quando entrerà in vigore in Lombardia il sistema unico di bigliettazione elettronica. La bigliettazione elettronica, permettendo l’interoperabilità di tutte le aziende del TPL, consentirà al viaggiatore di utilizzare la stessa tessera elettronica per tutti i mezzi di trasporto regionali e dunque moltiplicherà i punti di acquisto e rinnovo di titoli di viaggio. E’ la risposta alla polemica sulla presunta chiusura di alcune biglietterie. 

Nuovi punti vendita

Nella prospettiva di un sistema di bigliettazione totalmente digitale, nel prossimo biennio le attuali biglietterie Trenord si trasformeranno progressivamente in “punti vendita evoluti”, dove i clienti potranno acquistare l’intero viaggio, integrando tutte le modalità di trasporto pubblico, e ricevere informazioni a seconda delle diverse esigenze. Sarà potenziato il servizio offerto nelle biglietterie situate in città capoluoghi di Provincia e nelle principali stazioni di ogni direttrice, oltre che in quelle che sorgono su importanti snodi ferroviari o sono connesse ai sistemi aeroportuali e ai servizi ferroviari transfrontalieri: gli orari di apertura saranno estesi dalle ore 6 fino alle ore 21 – a seconda di cluster predeterminati in base i flussi di mobilità; sarà aumentato il numero degli sportelli attivi. Inoltre, salirà a 23 il numero dei punti abilitati per l’emissione e la distribuzione di tessere elettroniche.

I canali digitali

Il radicale potenziamento della rete di vendita affiancherà i diversi canali digitali che Trenord già oggi mette a disposizione dei clienti, a partire dal sito trenord.it cliccato ogni mese da oltre 850mila utenti unici e dall’App Trenord, installata su oltre 1 milione di dispositivi. Il lavoro di riqualificazione delle biglietterie è già iniziato: nell’ultimo anno Trenord ha completamente rinnovato e ammodernato i punti vendita a Malpensa Terminal 1 e Terminal 2, Milano Porta Genova, Legnano, Busto Arsizio FS, Saronno, Seregno, Sesto San Giovanni, Vigevano, Mortara, Mantova.

Leggi anche:  Un arresto e diverse denunce tra Castellanza e Olgiate Olona

L’investimento sul capitale umano

Le risorse umane attive nelle attuali biglietterie saranno coinvolte in percorsi formativi che le qualificheranno ulteriormente quali “consulenti per la mobilità” a livello regionale, nazionale e – in caso di stazioni “di confine” o aeroportuali – internazionale. Tali percorsi si rivelano tanto più necessari in vista del passaggio a un sistema di bigliettazione digitale, totalmente integrato e intermodale. Il piano avrà ricadute positive anche a livello occupazionale: già da luglio 2018 è prevista l’assunzione di 11 nuovi addetti.

Oltre 400 punti vendita

Nell’ambito di tale piano, la distribuzione dei punti vendita interni sarà rimodulata anche sulla base della attuale rete di oltre 400 punti vendita esterni autorizzati (bar ed edicole), 140 dei quali presenti all’interno delle stesse stazioni. Il piano di potenziamento della rete di vendita sarà accompagnato dall’installazione di emettitrici automatiche che, con il passaggio al sistema di bigliettazione elettronica, raddoppieranno rispetto al numero attuale.