L’ennesima truffa ai danni di un’anziana: accade a Corbetta, in pieno giorno, in via Croce. Con la scusa di un bicchiere d’acqua una giovane malvivente si è fatta aprire la porta e, mentre la distraeva, una complice ha fatto razzie in casa della vittima.

Anziana truffata: la denuncia10

La vittima non è certo un’allocca. Anzi, sospettosamente non ha da subito aperto alla ragazza. Che però l’ha letteralmente stordita a suo di parole, convincendola a farsi aprire per avere un bicchiere d’acqua. La vittima ci ha raccontato i dettagli, come leggete sul giornale in edicola da venerdì 10 agosto.

Occhio alla truffa

L’anziana si sente in colpa per esserci cascata: più che il furto brucia l’aver perso per sempre oggetti dal grande valore affettivo. Il messaggio è sempre lo stesso: non aprite agli sconosciuti e chiamate le forze dell’ordine.

https://veronasettegiorni.it/cronaca/truffe-ecco-il-vademecum-per-difendersi/