La Guardia di Finanza di Magenta ha arrestato ad Abbiategrasso un quarantenne albanese e sequestrato circa un chilo e mezzo di marijuana.

Un chilo e mezzo di marijuana: l’arresto

Nell’ambito di un servizio di controllo economico del territorio finalizzato al contrasto dei traffici illeciti, nel sottoporre ad accertamenti un cittadino albanese, titolare di una ditta individuale di carpenteria metallica, i finanzieri della Compagnia di Magenta sono stati insospettiti dall’ evidente agitazione manifestata dall’uomo e dalla moglie.

A seguito di approfondimenti sui precedenti del 40enne, le Fiamme Gialle hanno deciso di procedere ad una perquisizione domiciliare, chiamando in ausilio pure le unità cinofile del Corpo.

 

Decisivo il fiuto dei cani antidroga

Nella casa della coppia, grazie anche al fiuto dei cani antidroga, sono stati scoperti tre involucri di cellophane contenenti complessivamente un chilogrammo e mezzo di marijuana, uno dei quali nascosto in un capanno ubicato nel cortile dell’abitazione ed altri due occultati in un’intercapedine ricavata appositamente nel soffitto della camera da letto. Oltre allo stupefacente è stato rinvenuto materiale per il confezionamento delle dosi e 950 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Leggi anche:  AssaggiAmo il teatro... per aiutare Anffas

La droga, essiccata, era già pronta per essere distribuita sulla piazza dell’hinterland milanese.

L’uomo aveva precedenti

Il 40enne è stato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio e condotto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso la Casa Circondariale di Vigevano. Lo stesso, residente da anni con la famiglia ad Abbiategrasso, era già noto per reati di furto in abitazione e traffico di sostanze stupefacenti.

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE