Vigili del fuoco di Legnano: bilancio positivo per il distaccamento cittadino.

Vigili del fuoco di Legnano, soccorsi a 360 gradi

Più di 1300 interventi. Ben 100 in più rispetto a due anni fa. Tanto il lavoro per domare gli incendi ma di interventi ce ne sono stati tantissimi altri a testimonianza che il soccorso è davvero a 360 gradi. E’ questo il bilancio dell’attività svolta dai Vigili del fuoco di Legnano, sempre impegnati in prima linea quando c’è qualcuno da soccorrere.

Le tipologie di intervento

Il totale degli interventi effettuati nell’anno appena concluso è stato, per la precisione, di 1303. Di questi, 337 (25,86%) per incendi, 966 (74,14&) per altre tipologie.
Dando un’occhiata agli incendi ecco in cosa sono stati impegnati i pompieri legnanesi: 104 (30,86%) per incendi generici, 45 (13,35%) per fiamme in abitazioni-edifici, 44 (13,06%) per auto o moto a fuoco, 33 (9,79%) per canne fumarie-tetti, 30 (8,90%) per sterpi-boschi-legna, 20 (5,93%) per principi d’incendio e altrettanti per fuoco in capannoni-ditte, 10 (2,97%) i casi in cui sono state spente le fiamme su rifiuti-cassonetti, 9 (2,67%) su altri mezzi-macchine operatrici, 5 (1,48%) quando a bruciare erano cabine-impianti elettrici e altrettanti per cantine-box, 4 (1,19%) per incendi in baracche-capanni-orti, 3 (0,89%) per elettrodomestici-macchinari, stesso numero per negozi-attività varie e 2 (0,59%) per cascine-fienili.
Altri interventi? Sono stati 209 (21,64%) per soccorsi a persona, 119 (12,32%) per apertura porte e finestre, 90 (9,32%) per bonifiche vespe-calabroni, 78 (8,07%) per incidenti stradali e altrettanti per fughe di gas-monossido-esalazioni, 77 (7,97%) per dispersioni idriche-allagamenti, 55 (5,69%) per ascensori bloccati, 49 (5,07%) per alberi-rami pericolanti, 45 (4,66%) per recuperi-soccorsi ad animali, 40 (4,14%) per prevenzione, 25 (2,59%) per Tso-tentati suicidi, 24 (2,48%) per dissesti statici-verifica stabilità, 13 (1,35%) per oggetti-materiali pericolanti e altrettanti sopralluoghi, 11 (1,14%) per altro, 10 (1,04%) per disposizione forze dell’ordine e altrettanti per persone bloccate in immobili così come per assistenza generica, 5 (0,52%) per fuoriuscita liquidi-sostanze-travasi, 4 (0,41%) per infortuni sul lavoro e 1 (0,10%) per disinserimento allarmi.
Agosto il mese con più interventi: 149. La maggior parte dei complessivi, 819 (62,85%) sono stati diurni 488 (37,45%) quelli notturni. Il mezzo più utilizzato? L’autopompa, con i suoi 1149 servizi.

Leggi anche:  Camion della spazzatura finisce fuoristrada

Il territorio

Per quanto riguarda la zona di primo intervento (907 uscite), è Legnano a fare la parte del leone con 428 uscite, seguita da Parabiago con 133, Rescaldina con 102, Castellanza con 79, Cerro Maggiore con 51, Canegrate con 43, San Vittore Olona con 38, Villa Cortese con 20, Dairago 19, San Giorgio su Legnano 14. Interventi fuori zona 396, in zona Rho 59 e fuori provincia 68. Coperte, con servizi, anche zone del Rhodense, Abbiatense, Varesotto, Castanese e Magentino.

Tra i servizi del 2018 è scolpito nella mente di tutti quello avvenuto a San Vittore Olona:  il 17 settembre i Vigili del fuoco erano intervenuti dopo la chiamata di un cittadino sventando così un’esplosione a seguito di un suicidio, gesto per il quale ricevettero (così come il cittadino) le benemerenza da parte del Comune.

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE