La Polizia di Stato di Milano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un giovane sospettato di aver perpetrato una violenza sessuale fuori dall’Old Fashion, la nota discoteca milanese.

Violenza sessuale fuori dall’Old Fashion

Era stata costretta a  un rapporto sessuale nei giardini esterni dell’Old Fashion, stamattina è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 21enne italiano originario del Gabon e residente a Lucca. I fatti risalgono alla notte fra l’11 e il 12 ottobre. A quanto dichiarato agli agenti della Polizia di Stato la mattina dalla ragazza, una studentessa 21enne di un noto istituto di moda del capoluogo e ospitata da una zia fuori città, intorno alle 3.40 sarebbe stata costretta al rapporto dopo essere stata attirata lì da un uomo conosciuto all’interno del locale.

Dopo la violenza, la giovane era andata a dormire a casa di un’amica e la mattina dopo stava andando a prendere il treno per tornare a casa della zia, quando è stata notata da una pattuglia dell’Esercito che l’ha accompagnata al Posto di Polizia Ferroviaria della stazione di Porta Garibaldi, e successivamente alla clinica Mangiagalli per gli accertamenti sanitari.

Leggi anche:  Fiume Olona, cercansi volontari per le molestie olfattive

Le indagini

Alla Polizia la ragazza aveva fornito un sommario identikit del suo violentatore: un giovane di colore, alto circa 185 centimetri tra i 25 e i 27 anni. Su questi elementi si sono concentrate le indagini della Squadra Mobile di Milano, favorite anche dalle ulteriori informazioni fornite dalla vittima e dalle sue amiche che hanno poi permesso di identificare un soggetto corrispondente alle descrizioni. Il ragazzo era stato ripreso dalle telecamere interne ed esterne del locale, utili anche a confermare la dinamica dei fatti raccontata dalla ragazza.

Beccato dalle telecamere

I sistemi di sorveglianza interna hanno registrato tutta la scena: il giovane dopo aver avvicinato la ragazza nella pista da ballo si è fatto accompagnare all’esterno del locale e in una zona buia l’ha costretta a un rapporto sessuale. Il giovane è stato raggiunto ieri mattina, venerdì 23, dall’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari eseguita dalla Polizia di Stato a Lucca, emessa dal Giop del Tribunale Ordinario di Milano Maria Vicidomini su richiesta del Procuratore Aggiunto Maria Letizia Mannella e del Sostituto Procuratore Ilaria Perinu.

LEGGI ANCHE: 20enne di Saronno violentata in un casolare: arrestato l’ex fidanzato