Vittorio Brumotti, inviato del tg satirico “Striscia la notizia”,  come scrive il Giornaledeinavigli.it è stato minacciato di morte dai pusher in Stazione Centrale.

Vittorio Brumotti minacciato di morte dai pusher in Stazione Centrale

“Se vieni domani sei morto”. Prima le spinte, le minacce, i calci alla bici e persino uno stun gun (storditore) tirato fuori e attivato davanti a Vittorio Brumotti. Uno degli spacciatori in zona Stazione Centrale ha infatti estratto uno storditore simile a quelli in dotazione alle forze dell’ordine e l’ha puntato contro l’inviato di Striscia la Notizia.

Il servizio

“Noi verremo qui tutti i giorni, così non spacciate più”, ha detto ieri Brumotti, prima di essere aggredito e insultato. “Una sorpresa elettrizzante durante il servizio sullo spaccio di droga nelle piazze italiane”, ha ironizzato Brumotti sulla sua pagina Facebook, dando così qualche anticipazione della puntata del tg di Canale 5.

La minaccia

Ai pusher non è piaciuta l’incursione del campione di bike trial che si è messo a fare acrobazie in sella alla sua bici proprio nella zona rossa di spaccio milanese. Uno degli spacciatori ha rivolto, in ultimo, una minaccia di morte a Brumotti, dopo aver preso a calci la sua bicicletta.

Leggi anche:  Sei mesi senza Silvia Romano, il sindaco Sala: “Attendo buone notizie, ho ancora fiducia”

Non è purtroppo la prima volta  che Brumotti iene aggredito a Milano. Era successo anche nel gennaio dello scorso anno mentre girava immagini sullo spaccio  in via Duca d’Aosta era stato minacciato dai pusher, che avevano lanciato sassi e bottiglie.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI