Il pittore Aldo Rota, residente a Vermezzo, inaugura il 16 luglio a Malpensa la mostra “Energy of Space”, nel 50esimo dell’allunaggio e con il pensiero a Leonardo.

Aldo Rota e la Luna, tra Apollo 11 e Leonardo: mostra a Malpensa

Coniugare il 50esimo anniversario dello sbarco sulla luna con le celebrazioni per il cinquecentenario della scomparsa di Leonardo da Vinci, un crocevia perfetto tra arte e scienza che si arricchisce di numerose altre simboliche suggestioni. Aldo Rota, pittore di fama internazionale attualmente residente a Vermezzo, sarà protagonista della mostra intitolata “Energy of Space”, ideata e curata da Erica Tamborini e allestita nelle Club Sea Lounges del terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa. L’inaugurazione avverrà martedì 16 luglio alle 11 con un vero e proprio “happening” nella sala Albinoni Arrivi, l’esposizione sarà visitabile dal 27 giugno al 30 novembre. “E’ una concomitanza particolare – spiega a Settegiorni la curatrice -: riattualizzando il valore urgente della contemporaneità di Leonardo si riafferma l’intuizione di colui che più di ogni altro ha saputo equiparare arte e scienza, la prima indagata con spirito conoscitivo, la seconda affrontata con autentico estro creativo. L’allunaggio ha segnato una nuova frontiera scientifica e cognitiva, è stato una vera e propria azione performativa che ha aperto al postmoderno”.

Rota e la Luna, tra sogno e scienza

E Aldo Rota è l’artista che meglio di chiunque altro può incanalare e dare forma a tutte queste suggestioni. Non solo per le evidenze estetiche della sua pittura materica, del suo action painting con radici nell’Informale. Ma per quello che è il suo stesso vissuto personale: “La Luna mi ha sempre appassionato, è lei che cerco quando guardo il cielo: l’indagine sulla sua forma mi ha condotto dall’astratto alle mie più recenti soluzioni espressive. La Luna è la parte femminile in ognuno di noi, da lei traggo la mia parte romantica ed estetica più vera”. Non solo: Rota, induista praticante, ha scoperto che il 16 luglio, giorno del vernissage, si celebrerà il Guru Purmina, festività legata alla luna piena e dedicata agli insegnanti spirituali che hanno compiuto un percorso di crescita interiore. In mostra ci saranno le opere realizzate dall’artista tra il 2015 ed oggi. “La materia dei miei quadri – spiega Rota – è nella mia immaginazione quella che si potrebbe trovare sul terreno lunare”. “Realizzati con pigmenti puri – aggiunge Erica Tamborini -, i dipinti trattano il tema della Luna attraverso un susseguirsi di immagini, di impronte e rilievi che conferiscono all’astro sidereo un carisma particolare ora declinato in un valore simbolico, ora in un sogno, ora piuttosto in un’allusiva restituzione naturalistica, se non in una proiezione scientifica richiamante sottotraccia i precedenti studi leonardeschi sul tema”.

Leggi anche:  Festa degli Amici del museo agricolo ad Albairate

Il 16 luglio un vero e proprio “happening” allo scalo

Aldo Rota e la curatrice Erica Tamborini

Come detto, l’inaugurazione sarà un “happening” scandito da più momenti, alla presenza del presidente di Sea Micaela Castelli e di Luciano Bolzoni, responsabile Arts and Cultural Projects presso Sea: Rota disvelerà un nuovo dipinto, realizzato per l’occasione: un grande trittico che da una parte condensa le sue ricerche pittoriche coronando la serie “Above us” dedicata alla Luna, dall’altra è un omaggio a Leonardo e alla sua Ultima cena di Santa Maria delle Grazie, a Milano. Sarà presente anche il cantautore Dario Baldan Bembo che proporrà un brano musicale inedito realizzato per Malpensa, che dà voce alla Luna attribuendole una commovente personificazione. Infine, sarà presentato un video d’autore curato da Erica Tamborini, come sintesi visiva che, unendo le immagini di Rota, la musica di Baldan Bembo, con le immagini e la voce che hanno annunciato in mondovisione lo sbarco sulla Luna del 1969, insisterà sul valore della comunicazione che ha giocato allora un ruolo cruciale nel veicolare nell’immaginario collettivo questo avanzamento scientifico. Dulcis in fundo, durante il vernissage si brinderà con “Apollo 11”, il liquore-aperitivo originale del 20 luglio 1969, creato da Piero Pirola il giorno stesso in cui il primo uomo è sbarcato sulla Luna. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE