Apertura serale per la biblioteca di Rescaldina: si inizia martedì 5 febbraio.

Apertura serale della biblioteca, la novità

Apertura fino alle 23 di sera. Tutti i martedì. Ecco la notizia che riguarda la biblioteca comunale di Rescaldina a partire da martedì 5 febbraio. L’idea è nata all’interno del Bilancio partecipato di due anni fa, promossa da un giovane universitario rescaldinese che chiedeva un luogo adatto allo studio anche nel periodo serale. Una proposta che non è stata tra le vincitrici ma che ha raccolto tantissime adesione tra giovani e non. Così tutte le forze politiche hanno appoggiato la richiesta, tra queste il Movimento 5 Stelle che ha avanzato ulteriori proposte.
L’apertura si è resa possibile grazie alla rivalutazione dello sportello Informagiovani previsto dal nuovo appalto. La novità sarà una volta alla settimana, in via sperimentale, con la possibilità di ampliare il servizio qualora sia richiesto. Con l’apertura serale non ci sarà il prestito libro ma un operatore culturale che metterà a disposizione i servizi dello sportello. Garantito invece lo spazio per studiare, un altro spazio sarà per gli amanti dei giochi in scatola. Gli utenti potranno scegliere tra 10 proposte diverse, dai più noti noti Carcassonne e Dixit fino ad Azul e Photosynthesis.
A guidare in tutti questi giochi si saranno i volontari dell’associazione “La forgia dei Meeple”, ente ludico senza scopo di lucro presente in paese da qualche mese.

Parla l’assessore

“Dedicare un spazio e un tempo alla lettura, studio e socialità è promuovere un’idea di comunità fondata sulla cultura e l’incontro” afferma l’assessore alla Cultura e Politiche giovanili Elena Gasparri. “Avere spazi dove stare insieme, giocare e studiare è un’occasione che il Comune mette volentieri a disposizione dei giovani rescaldinesi e della zona – aggiunge il sindaco Michele Cattaneo -, sono pochissimi in zona i Comuni che fanno questo in orario serale. Ci aspettiamo una partecipazione che crescerà nel tempo. La biblioteca diventerà ancora di più uno spazio vivo, un luogo per lo scambio e la crescita di idee”.

Leggi anche:  Misterioso oggetto nel cielo del Legnanese. Il racconto

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE