Art opening: in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, le foto del gaggianese Riccardo Pravettoni in mostra in Regione.

“Art opening”: gli scatti di Riccardo Pravettoni in Regione

Gli scatti fotografici del 22enne gaggianese Riccardo Pravettoni protagonisti di una mostra visitabile sino al 6 aprile allo spazio N3 di Regione Lombardia. Si tratta di «Art opening – Attimi di autismo», progetto che vede esposte fianco a fianco le fotografie del 22enne e le stampe ed i cartamodelli di Roberta Biondini, classe 1995. Due giovani che esprimono il loro universo interiore attraverso la creatività. Riccardo è autistico, Roberta affetta da sindrome di Asperger. In occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, Regione Lombardia ha scelto di mettere in mostra il loro talento, in collaborazione con l’associazione di giornalisti agroambiente e food Arga Lombardia Liguria, aderente a Unaga, Gruppo di specializzazione della Fnsi, Federazione Nazionale Stampa Italiana.

Ha commentato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera: «Sono sorpreso, positivamente, perché ho avuto modo di apprezzare due grandi artisti, un fotografo straordinario e una quasi creatrice di moda che mi hanno molto ben impressionato per competenza e stile. E’ la dimostrazione di un grande talento di due giovani che dobbiamo aiutare a fare emergere. Sono soggetti affetti da disturbo dello spettro autistico, quindi ragazzi che di fronte a una valutazione superficiale ma purtroppo comune, sono considerate persone che hanno una disabilità o difficoltà di comunicazione. L’esposizione dimostra invece che hanno una straordinaria capacità creativa e una cifra stilistica al di fuori del normale».

Leggi anche:  Babbo Natale Running: domenica a Tradate la 13esima edizione della corsa natalizia

La mamma di Riccardo, Loredana, ha raccontato al Corriere il modo in cui suo figlio ha scoperto la fotografia in seconda media e con essa la passione per l’arte, mettendo in mostra una grande sensibilità e predisposizione. Ma ci sono anche le sfide e le difficoltà quotidiane. Su tutte, il diritto ad un lavoro retribuito, chiave per una vita vissuta in piena dignità e autonomia. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE