Finite le vacanze Bernate si riaccende con sport, folclore e sentimento religioso.

Processione notturna sul Naviglio Grande

La chiamano “La Nostra Festa”. La quarantennale processione Mariana in notturna su due percorsi, via acqua e via terra richiama da sempre la folla da tutto il vicinato ed è una delle feste più sentite dalla comunità.
Con la statua di “Maria Bambina”, il corteo religioso, partendo dall’altezza del “Prà di anad” scende sul Naviglio Grande per 1,5 chilometri con il favore della corrente fino all’imbarcadero del rione Bognetto. Da qui riprende il percorso per le vie del paese fino al campo dell’oratorio oltre la Canonica per la benedizione. La sera di sabato 8 la presenza dell’ Arcivescovo di Milano Mario Delpini è stato un richiamo in più per gonfiare l’affluenza dei fedeli. Anticipato dai lumini galleggianti, da un paio di barche, Sua Eminenza sopra una sorta di catamarano accompagnato dal parroco don Bruno Cavinato, da don Franco Roggiani, dal sindaco Osvaldo Chiaramonte e dall’amministrazione comunale, ha affrontato un’esperienza per lui forse nuova. Poi sul palco del campo dell’oratorio, una breve omelia e la benedizione, prima dei fuochi nel cielo.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE