Una frizzante sera di fine primavera, e la cornice del Castello Visconteo di Abbiategrasso, gentilmente messo a disposizione dall’amministrazione Comunale alla Big Band.

La Big Band in una cornice unica: il Castello di Abbiategrasso

Sono questi due elementi che hanno reso ancor più bella e speciale l’ottima performance della big band della Filarmonica di Abbiategrasso che proprio all’interno del cortile del Castello si è esibita, giovedì 20 giugno, davanti ad un folto pubblico che diventava via via più numeroso man mano che i passanti, incuriositi dalla musica che si diffondeva per le vie, entravano e prendevano posto.

Il travolgente repertorio jazz e swing della big band, e l’abilità dei musicisti, hanno fatto il resto, regalando un’altra bella serata di musica targata Filarmonica.

La folta scaletta prevedeva infatti alcuni dei pezzi più noti del panorama musicale dei primi decenni del ‘900: da Tuxedo Junction a Blue moon, dalla “sigla” Satin Doll ed “Hello Dolly!” a Sway.

Una voce indimenticabile

Ma non solo pezzi esclusivamente strumentali: a dar letteralmente voce a brani come Spain, la passione e la vocalità di Silvia Orlandi, che da più di un anno rappresenta la parte vocale femminile della big band, garantendo, assieme a Stefano Borghi, purtroppo assente per l’occasione maggiori possibilità di esplorazione del repertorio jazz e swing da parte della big band, che, nata dalla passione di alcuni Filarmonici per questo genere musicale, ed esibitasi per la prima volta nel luglio 2013, continua a ricevere forti consensi.

Leggi anche:  Una comunità educante: scuola, famiglia e social

Al suo interno, come peraltro nella “formazione maggiore” della Filarmonica, musicisti di ogni età, dai 17 anni di Miu Ezaki, al sax contralto. agli 82 di Gianni Colombo, contrabbassista sprint non solo della big band ma anche della Filarmonica.

A presentare la serata, Chiara Maganza, che con eleganza e ironia ha condotto il pubblico durante questo percorso musicale.

Immancabile l’appuntamento con il prossimo impegno della Filarmonica, l’ultimo di un’altra stagione ricchissima di soddisfazioni: domenica 30 giugno infatti il bandon si esibirà, al termine della Processione per la Festa Patronale di San Pietro, all’interno dell’Oratorio Femminile di Via Curioni.