Le due artiste lonatesi Cristina Fanni e Stefania Zanasca protagoniste ai “Campionati italiani dei corpi dipinti” a Garda.

Body painting, sui corpi la storia dei cartoni animati

Tema dei campionati italiani di body painting, “40 anni di cartoni animati”. E Cristina Fanni e Stefania Zanasca non hanno perso occasione per esprimersi e trasformare le rispettive modelle in vere e proprie opere d’arte. “Ho rappresentato la mia storia – racconta Fanni, ad aprile prima al Brixia Benessere di Brescia nella categoria “migliori accessori ed effetti speciali” – Gli occhi di una bambina che assiste ad una violenza famigliare ma che riesce a distrarsi grazie ai cartoni animati come Memole, Pollon e Spank. Sono arrivata 11esima, ma lo ritengo un ottimo risultato e uno stimolo per migliorare”. Più indietro invece Stefania Zanasca. “Purtroppo l’agitazione ha influito ma continuerò a mettermi alla prova. Ho voluto rappresentare lo sfondo bianco del foglio che prende colore e si trasforma nei personaggi dei cartoni animati, che poi rinascono sulla pellicola”.

Le interviste complete su La Settimana di Saronno in edicola fino a giovedì 28 giugno.

Leggi anche:  Sibillini in musica, concerto a due anni dal terremoto

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE