Cello vs Guitar: il progetto di Marco Filippini e Vittore Savoini approda all’auditorium Paccagnini sabato 30 novembre 2019 alle 21.

Cello vs Guitar: un progetto di due musicisti del territorio

Non è un concerto, non è uno spettacolo teatrale, non è una coreografia di danza, non è una performance video. O meglio, non è una di queste singole esperienze, ma un loro insieme. Il cui risultato è da fuochi artificiali. Stiamo parlando di “Cello Vs Guitar Show”, un progetto messo in piedi dal vanzaghellese, ma che definisce Castano la sua “seconda casa”, Marco Filippini e da Vittore Savoini di Comignago (Novara) e che vedrà un’importante tappa proprio all’auditorium Paccagnini di Castano Primo (piazza XXV Aprile) sabato 30 novembre 2019 alle 21 all’interno della stagione teatrale 2019-2020, “Le strade del Teatro”.

La nascita del progetto

“Io e Vittore suoniamo da tempo in un gruppo; io come chitarrista e voce e lui come bassista – ci racconta Marco – Poi un anno e mezzo fa circa, Vittore mi ha raccontato la sua idea: suonare io e lui da soli, senza band, in una sorta di “sfida a riff” (sfida a frase musicale, ndr). Io sempre alla chitarra e alla voce e lui al violoncello. All’inizio ero un po’ scettico. Poi abbiamo provato questa sfida inusuale all’interno di un nostro concerto a Oleggio Castello l’estate scorsa. Vedere il pubblico in visibilio filmare questa parentesi diversa all’interno di un concerto ci ha fatto capire che questa era la strada giusta da percorrere. Abbiamo studiato un repertorio da eseguire, riarrangiando diversi pezzi famosi a “sfida”, come un botta e risposta tra chitarra e violoncello. Nel giro di 2/3 mesi abbiamo creato da soli un intero repertorio da far ascoltare… ma anche vedere”.

Leggi anche:  "Coro Arcobaleno", le voci dei bimbi augurano un buon Natale FOTO E VIDEO

Uno show a trecentosessanta gradi

Alla musica si accosterà anche la danza e l’arte visiva attraverso la proiezione di video che vanno di pari passo con il gusto delle note musicali di Marco e Vittore. “Alla fine, io ho un concetto della musica che sia anche visivo, come facevano i Pink Floyd” chiarisce Marco, che continua: “Dopo aver messo su un importante repertorio, siamo riusciti ad avere la partecipazione all’interno dello show di due ballerini come Viola Zanotti e Francesco Maria Conti, che hanno avuto esperienze a livello nazionale. Ma ci sarà anche Paolo Patrizi, che ha vinto sei volte il campionato italiano di trial bike. Intanto noi, all’interno dello spettacolo continueremo a suonare e, sullo sfondo, continueranno le proiezioni”.
Il motivo per cui sul palco del Paccagnini ci sarà un mountain biker, al momento, resta una sorpresa, mentre i due musicisti ci svelano perché la serata al Paccagnini del prossimo 30 novembre sarà fondamentale: “Alla fine, Castano è un po’ casa nostra. Abbiamo scelto l’auditorium perché durante la serata faremo una registrazione di presentazione del nostro show. L’obiettivo? Riuscire a partire da qui per un vero e proprio tour”.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE