“Ancora vivi sentimenti e immagini di un 160° anniversario che sarà ricordato come una delle edizioni meglio riuscite delle celebrazioni ufficiali della Battaglia di Magenta; una ingente partecipazione di pubblico e di autorità, un corteo imponente nella sua ricchezza e suggestivo, una rievocazione emozionante in una inedita e apprezzatissima location, propostami da Pro Loco e da me accolta subito con entusiasmo. E’ con grande emozione che ho vissuto, da Sindaco e da Magentina, le celebrazioni di domenica che sono state ancora una volta la dimostrazione di quanto sia grande la nostra Città, di come i Magentini sentano forte il legame con la nostra storia e le tradizioni, della grande collaborazione tra il Comune e le numerose associazioni cittadine, a partire da Pro Loco, anima e regia della rievocazione, che anche quest’anno hanno costruito un programma ricco di indimenticabili momenti”. Queste le parole del Sindaco Chiara Calati che ricorda i ‘numeri’ del 160° (foto di Luciano Milan).

(Foto Milan)

Gli ospiti

Al corteo istituzionale hanno partecipato i Sindaci e i rappresentanti di 31 Comuni con i Gonfaloni, il Gonfalone di Regione Lombardia, Città Metropolitana, di Stazzema (Medaglia d’oro al Valore Militare), il Gonfalone medaglia di bronzo al Valore Militare di Busto Arsizio, i Gonfaloni dei Comuni amici di Montebello della Battaglia, Palestro, Solferino e San Martino, Turbigo. Tra le autorità che non hanno voluto mancare a queste celebrazioni: il Console generale aggiunto di Francia a Milano Charles Chapouilly, il Console di Romania Milano Julia Cupsa Kiseleff, il Comandante Militare Esercito Lombardia Gen. Di Brigata Michele Cittadella in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano Gen. di Corpo d’Armata Salvatore Farina, il Presidente Nazionale Onorario dell’Associazione Bersaglieri Gen. di Corpo d’Armata Benito Pochesci, Città Metropolitana rapppresentata da Marco Ballarini, il Consigliere regionale Luca Del Gobbo, su delega del Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, il Vice Prefetto Emilio Chiodi, l’Onorevole Alessandro Colucci, Segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati. Inoltre il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto pervenire, tramite il Direttore dell’ufficio di segreteria “il vivo apprezzamento per l’interessante iniziativa” e “un saluto e un augurio molto cordiale”. Come non ha fatto mancare il suo messaggio il console aggiunto di Ungheria Márk Bérenyi.

Leggi anche:  Le Vibrazioni e i The Kolors protagonisti a Oriocente

Le associazioni

E ancora in pista 3 bande cittadine, la fanfara dei Bersaglieri Nino Garavaglia e la fanfara degli Alpini Piercarlo Cattaneo alla sua prima uscita cittadina, i labari e i rappresentanti di più di 50 associazioni d’arma, civili e culturali, la delegazione francese della gemellata Ville de Magenta guidata dall’assessore Noelle Cerruti; l’Assessore regionale Giulio Gallera che ha partecipato, tra gli altri, alla rievocazione pomeridiana. E proprio per la 25ma edizione della Rievocazione storica che si è tenuta, per la prima volta, nel Parco di Villa Naj Oleari intitolato all’Unità d’Italia e diretta come sempre magistralmente dal Presidente Pro Loco Pietro Pierrettori erano presenti circa 200 rievocatori, 12 cavalli e 7 pezzi di artiglieria provenienti dalla Francia, dal Piemonte, dalla Lombardia, dalla Liguria e anche dalle Marche.
“I miei ringraziamenti particolari per questa memorabile edizione vanno innanzi tutto a Pietro Pierrettori e a Pro Loco, senza i quali non esisterebbe la Battaglia, a Totem, alle Bande cittadine, Civica, 4 Giugno, Santa Cecilia e la neonata fanfara alpina Piercarlo Cattaneo, all’Associazione Bersaglieri di Magenta Fortunato Magna e alla Fanfara Bersaglieri Nino Garavaglia, ai Gruppi storici, a partire da quelli Magentini Zuavi Generale Cler e Gruppo Storico Borgo Pontenuovo; ad Antonello Rota che ha coordinato i 200 rievocatori di oggi. Un plauso e un grazie a tutti coloro che si sono occupati di sicurezza: Protezione Civile di Magenta, Forze dell’Ordine: Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Comando di Polizia Locale, Croce Bianca e AREU, Carabinieri in congedo, Polizia di Stato in congedo, Associazione RadioAmatori, Alpini, Vigili del fuoco. Ringrazio infine Don Giuseppe, i ragazzi e gli insegnanti del Liceo Musicale Quasimodo, il Liceo Quasimodo e in particolare le quattro studentesse che, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro, hanno svolto attività di interpretariato per l’accoglienza della delegazione francese della Ville de Magenta, il personale degli Uffici Comunali coinvolti, A.S.M. e Aemme Linea Ambiente. Ultimi ma non certo ultimi i nostri sponsor: CTM Termodeco, Automagenta, Iper e Cascina Bullona per la fiducia risposta nella Città e nelle sue manifestazioni”. Conclude il Sindaco Calati.